Andrea Roncato: A suo figlio

L’attore Andrea Roncato  durante un'intervista alla domanda “Un figlio ti manca?” ha risposto così: Un figlio mi manca, è stato il vero errore della mia vita.
Quando ero molto giovane ho avuto la possibilità di diventare padre, di avere
un figlio. Ho fatto anche un libro per questo bambino che non è mai nato che si chiama
T’avrei voluto. Sono parole meditate,
sofferte, di un uomo, anzi, di un padre, che ha preso coscienza dell’atto compiuto,   che ci ha fatto i conti assumendosi tutta la responsabilità, senza
cercare scorciatoie.

Ecco la poesia 

T’avrei voluto piccolo per poterti abbracciare

T’avrei voluto grande per potermi appoggiare 



T’avrei voluto grande per potermi appoggiare 



T’avrei voluto d’inverno dietro la finestra a guardare la
neve che comincia a cadere 



T’avrei voluto con la pioggia di un temporale sotto le
coperte in silenzio per sentirne il rumore 

T’avrei voluto dolce con i cani per poterli accarezzare,
tenero con i vecchi per poterli amare, 



T’avrei voluto cocciuto per discutere con te, per litigare
con gli occhi grandi come quelli di mia madre 



T’avrei voluto cantare una canzone, farti addormentare e
riprendere il sogno che ti aveva fatto svegliare 



T’avrei voluto di fianco a camminare tutti e due in silenzio
cercando di capire quello che l’altro ha dentro e che non riesce a dire 



T’avrei voluto insegnare tutte le cose che non so fare 



T’avrei voluto il giorno che dovevi partire per il piacere
di vederti ritornare 



T’avrei voluto vicino quando me ne dovrò andare 



T’avrei voluto volere quella volta che non ti ho voluto.

CAV CENTRO PER LA VITA SAVIGLIANO utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento